Archivi

settembre: 2020
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Links sportivi

REGISTRAZIONE

L’artista della squadra… sempre con il sorriso sulle labbra

Affronta la vita in campo e fuori dal campo sempre col sorriso, i risultati aiutano, certo, però il carattere di Cristian Di Leo, soprannominato anche Matley (un noto cartone animato degli anni ‘80 il cui protagonista era un cane che aveva costantemente il ghigno sulle labbra) o più semplicemente “cinese” è davvero all’insegna dell’ottimismo. Il suo motto è “non mollare mai”. Tre i gol a segno del difensore biancoblù, 29 anni appena compiuti. “Il più emozionante è stato quello all’andata con la Lavagnese, perché è valso i 3 punti! Ma poi l’importante è solo la vittoria della squadra…”.

Nella sua carriera Novese, Rivarolese, Rivoli, Giaveno e Casale prima di venire al Savona, ma prima ancora, nel 2002, le strade di Cristian e del Savona si erano incrociate a Ivrea, l’Ivrea ai tempi allenata proprio da Iacolino e che perse lo spareggio con il Savona per la C2 a Voghera.

“Lo spareggio è stata una sofferenza! – ricorda Cristian – Io ero in tribuna però non giocavo, quell’anno giocavo poco. Ero penalizzato perché il portiere quell’anno aveva la mia stessa età e quindi quando giocavo io, dovevo sostituire un “vecchio”. Anzi, potrei approfittare di quest’occasione per dire una cosa al mister: Mister se mi avesse fatto giocare quella partita forse Bracaloni non avrebbe segnato! Ovviamente scherzo, c’era tantissima gente arrivata da Savona è stato emozionantissimo anche per me. Savona è sempre stata una piazza che mi piaceva, che stimavo e ho sempre desiderato giocare con i colori biancoblù.

Quali sono stati i tuoi studi?

Ho il diploma di Liceo Artistico.

Ed eri bravo a scuola?

Ti dirò… la scuola non mi ha mai appassionato moltissimo ma l’arte in genere sì e fin dall’asilo disegnavo molto bene. Diciamo che sono un po’ l’artista della squadra. Amo disegnare, creare e anche tagliare i capelli che considero allo stesso modo un po’ una forma artistica no? Pensa a casa ho un minilaboratorio per fare le t-shirt. Uso delle tempere acriliche e poi si fissa il colore stirando le cose al contrario. Se non fossi stato uno sportivo di professione avrei tentato la strada dello stilista e non nego che mi piacerebbe creare una linea di abbigliamento tutta mia… sicuramente una maglietta se riusciamo a vincere questo campionato.

Qual è il tuo piatto preferito?

Guarda mangio di tutto, persino il tavolo. Anche i miei compagni mi dicono che faccio schifo!

Sai cucinare?

Certo, ho imparato anche un po’ per forza di cose, vivendo da solo molti anni…

Dai allora proponici un pasto completo interamente fatto con le tue mani…

Un pasto completo? Cominciamo con un risotto allo zafferano e salsiccia, proseguiamo con pollo alla cacciatora e concluderei con un fantastico tiramisù!

Ottimo… e altri lavori di casa?

Non mi trovi impreparato: so anche cucire… non ho problemi a fare un orlo o ad attaccare un bottone e so anche usare la macchina da cucire. Poi stiro, faccio la lavatrice… beh insomma non è che devo aspettare la mamma o la fidanzata se ho una necessità! Mi sembra giusto! Ho solo qualche difficoltà con le camicie…

Direi che sei ampiamente sopra la media: un uomo da sposare! E come interessi, l’ultimo libro che hai letto?

Mi è molto piaciuto Gomorra, sia il libro che il film, la descrizione di una realtà non poi così lontana ma che non conosciamo.

Consiglia un film ai lettori…

Guarda ho un difetto: spesso mi addormento davanti alla tv ma uno di quei film che non dimenticherò è Il miglio verde con Tom Hanks.

Scegli un compagno e dedicagli una canzone…

Scelgo Montingelli, con cui ho un gran rapporto, ci chiamiamo fratelli! A lui dedico Una vita da mediano!

Dove trascorreresti le prossime ferie che farai?

A Miami, era una vacanza già in programma l’anno scorso e quindi quest’anno vorrei proprio andare.

Un commento e un giudizio su: società…

La società è ambiziosa, ben organizzata e composta da persone eccezionali. Il Presidente, Oggianu, Toscano e tutti gli altri dirigenti sono sempre disponibili e stanno facendo un lavoro bellissimo.
Il mister e lo staff tecnico…

Sono dei veri professionisti, stanno facendo un lavoro eccezionale. Poi vorrei fare un ringraziamento speciale a Pino Gerundo, che io chiamo Pins, per i massaggi e le cure che ci presta! Io sono sempre sul lettino, ma in realtà il record ce l’ha Garin, un vero tormento. E poi un ringraziamento anche a Claudio, ruolo importantissimo e indispensabile il suo.

Il gruppo…

Il gruppo è affiatatissimo e mi sembra che i risultati lo dimostrino. Siamo davvero un gruppo fantastico: i giovani seguono volentieri i consigli dei più vecchi, poi c’è il capitano, Paolo, che è straordinario come esempio di umiltà per la sua carriera calcistica e lo spirito di sacrificio.

I tifosi…

I tifosi sono unici, un’emozione tutte le partite min casa e fuori. Sono sempre stupendi e Savona è la piazza più bella dove ho giocato finora. Spero che continuino e aumentino sempre più. Possiamo davvero regalare e regalarci delle soddisfazioni.

Parliamo del futuro, come ti vedi tra 10 anni?

Con 10 chili in più visto quanto mangio! A parte gli scherzi, non so cosa farò una volta che smetterò di giocare, spero davvero qualcosa che mi appassioni come il calcio in questo momento.
Elisa Di Padova