Archivi

febbraio: 2020
L M M G V S D
« Apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

Links sportivi

REGISTRAZIONE

Il nuovo Presidente del Savona “Primo passo: tornare grandi!”

“Il numero 12 farà la differenza!”

P1100867L’aria più fresca lambisce gli ombrelloni delle spiagge che si chiudono per far posto a zaini e quaderni che occhieggiano dalle vetrine e ricordano a tutti che sta per cominciare la scuola.

Simboli di un settembre che ritorna e nell’aria già si sente la voglia di calcio, non solo quello “grande” (ma in fondo così piccolo sugli schermi di Sky!) ma anche e soprattutto quello che ci riguarda da vicino, il “nostro”, quello della nostra città. E allora si respira di nuovo biancoblù in città, le novità del passaggio di proprietà in estate hanno ridato ossigeno a una fiamma che bruciava sotto le ceneri.

Allora non poteva mancare, per la nostra prima uscita di quest’anno, proprio l’intervista ad Andrea Pesce, il nuovo Presidente del Savona 1907 Fbc.

Presidente, un piccolo bilancio sui primi due mesi di incarico.

Assolutamente positivo. Il primo step è stato il rilancio del Savona come società di calcio in città a livello di comunicazione e marketing e poi ecco che abbiamo raccolto anche i primi risultati sportivi. Ci auguriamo che questo sia solo l’inizio!

E dal punto di vista personale come vive questo ruolo?

Eh devo dire che questo è un ruolo nuovo per me! Mi mancava questo in ambito lavorativo… è sicuramente una soddisfazione! È impegnativo ma abbiamo predisposto uno staff completo con ruoli ben definiti, lo staff tecnico e manageriale è competente, fidato e si avvale di esperti del settore calcistico: la passione e l’entusiasmo non bastano senza la professionalità. Ecco che tutto si semplifica con una struttura del genere.

Come funziona il direttivo? L’organigramma è della società è formato da persone che si conoscono e collaborano da anni.

Sì, lavoriamo insieme da 15 anni, direi che ormai si può dire che siamo un gruppo affiatato, praticamente è quasi un matrimonio! Siamo uniti e collaudati.

Si sta appassionando ai colori bianco-blu?

Confesso che sto quasi diventando un tifoso, io che non ero un appassionato e che ho sempre tenuto il calcio un po’ distante! Mi sto appassionando ai colori della squadra, così come mio figlio, e credo che farò tutto il possibile per seguirla sempre molto da vicino… due settimane fa all’esordio ufficiale in Coppa devo dire che ero molto emozionato!

In diverse interviste ha ribadito che l’obiettivo primario della società è il salto di categoria che poi è quello che le è stato chiesto a gran voce dai tifosi accorsi alla presentazione in Darsena…

Certamente, l’obiettivo è quello. Ovviamente non posso essere certo che sarà quest’anno, perché come si suol dire la palla è rotonda! Quello che posso dire è che continueremo a fare il massimo per far sì che il Savona già quest’anno salga in Seconda Divisione, il primo passo verso un’ascesa che questa piazza merita.

Parliamo della città, come è stato l’approccio con la Savona economica e la Savona istituzionale?

Entrambi gli approcci sono stati buoni. L’impressione è che siamo stati graditi, anche perché non “calpestiamo i piedi” a nessuno! Il nostro Gruppo ha sempre riposto grande attenzione per le attività sociali in ambito sportivo. L’obiettivo primario è che il Savona frequenti le platee sportive che merita e che la squadra diventi un biglietto da visita per il nostro gruppo ed un orgoglio per i cittadini e le Istituzioni.

Parliamo del progetto-stadio. Prima del vostro arrivo le voci sembravano insistere su un netto ridimensionamento del Bacigalupo, una cosa che sarebbe suonata in netto contrasto con le ambizioni di promozione tra i professionisti.

Assolutamente! La cosa certa è che il Bacigalupo dovrà essere migliorato. L’amministrazione comunale e la Provincia hanno dimostrato grande apertura al dialogo e proprio in questi giorni ci sarà un altro incontro per aprire un tavolo di disponibilità. Si tratterà, una volta esposte le possibilità, di scegliere la soluzione più economica ma anche quella più adeguata alla nostra piazza! Tutto questo discorso poi si lega con l’idea di avere un impianto sportivo per gli allenamenti del Savona e del settore giovanile, senza dover emigrare fino a Voze.

Chi o che cosa la sta sorprendendo di più in positivo?

Parlo di un giocatore particolare… il numero 12! Si sente un attaccamento incredibile verso questi colori che piano, piano, sta crescendo. Io tengo molto al tifo e al calore intorno alla squadra. Prima di avanzare pretese dovevamo dimostrare di fare sul serio. Ora che qualche prima risposta l’abbiamo data, abbiamo bisogno che loro continuino ad esserci. E ancora di più! Quindi l’invito è per tutti gli sportivi, agli appassionati e i savonesi in generale, domenica si gioca in casa: abbiamo bisogno di voi!

Elisa Di Padova